Il trono di spade 8: il peggior finale della storia delle serie TV.

Il trono di spade 8, (2019), è stata l’ennesima delusione, ma era annunciata.
Già dalla stagione 7 le aspettative si erano abbassate e io ero ben consapevole della tristezza e della mancanza di logica che avrei trovato nell’ultima stagione.
E così è stato.

Ahimè, nessuna sorpresa. Positiva, s’intende, ma soltanto tanto fumo inutile e un fuoco che divampa e brucia tutto, senza lasciare alternative.
Senza un briciolo di speranza, di coinvolgimento, di soddisfazione.
Non starò qui a raccontarvi per filo e per segno cosa è successo nelle sei puntate perchè è inutile. Tutto molto prevedibile e scontato. Poche cose mi hanno sorpreso, e tutto mi ha lasciato con l’amaro in bocca.

Ricordate che precedentemente avevo detto che trovavo inaccettabile che una regina come Daenerys Targaryen, che sta vincendo, che possiede i draghi e che può contrastare l’esercito dei morti, chieda una tregua all’altra regina, Cersei, che non ha quasi più nulla?
Bene.

86338_ppl

Nell’ultima stagione hanno fatto in modo che colei che doveva vincere e che era a un passo dal salire sul trono, perda all’improvviso tutto.
Ha già perso un drago, poi perde gran parte del suo esercito scontrandosi con l’armata dei morti e perde anche l’uomo che l’amava più di tutti proprio durante una guerra, che se vogliamo, non è nemmeno la sua.

Dany decide di distruggere il Re della notte e di combattere contro di lui per salvare il popolo del Nord.
Ma poteva farne tranquillamente a meno, voglio dire.
Io mi sarei preoccupata prima di conquistare il trono di spade e poi dopo, quando il Re della notte si fosse presentato al mio cospetto, avrei combattuto come di dovere. Ma non prima.
Così Dany perde quasi tutto, addirittura perde un altro drago a causa delle flotte di Euron al servizio di Cersei.

Scelte di guerra disastrose, che nella realtà non esisterebbero neanche lontanamente.
Scene rivoltanti, inconcepibili, inutili.
Momenti di assoluto nulla invece di farci vedere una battaglia, quella con il Re della notte, che non si vede.
SÌ, NON SI VEDE.

A questo punto io firmerei una petizione non per rifare l’ultima stagione de Il trono di spade, ma per riavere indietro i soldi dell’abbonamento di Sky, perchè io ho aspettato dieci anni per vedere quella maledetta battaglia e per una scelta inconcepibile degli autori (il re è il re della notte e allora la battaglia viene fatta di notte perchè non si deve vedere niente), e la gente se l’è anche bevuta questa giustificazione, tutto è magicamente al BUIO, tutto NERO, non so chi sta combattendo, chi sta vincendo, non so chi MUORE.
Quindi, io ho pagato mesi di abbonamento Sky per NON vedere il momento più importante.
Per non capirci niente e arrivare alla fine della puntata che mi fanno male gli occhi.
Ma stiamo scherzando?

E la ciliegina sulla torta è alla fine, l’apparizione come un ninja volante, di Arya che sbucata dal nulla (non si sa come abbia fatto ad arrivare fino a lì), salta letteralmente addosso al Re della notte e lo pugnala.
Dio, che delusione.
Mi sarei messa a ridere a crepapelle se non avessi pianto per il nervoso.
Mai visto niente di così stupido, incongruente, inaccettabile.

Va bene che Arya è cresciuta forse per assolvere a questo compito, forgiando la sua mente e il suo corpo per combattere la morte, senza paura, ma almeno fatele fare un combattimento, NON LA SCENA DI UN FUMETTO.

Più avanti si va con le puntate e più tutto diventa affrettato, ingiusto, improbabile.
Si scopre che Jon Snow è un Targaryen, Dany impazzisce e perde ancora persone a cui vuole bene e quando alla fine decide di agire, lo fa in un modo che spiazza tutti e che delude ancora una volta.
COME DISTRUGGERE UN PERSONAGGIO AMATO DI UN’INTERA SERIE IN UNA SOLA PUNTATA.
Bingo! I creatori de Il trono di spade ci sono riusciti alla grande.

il-trono-di-spade-stagione-8-episodio-4_6_jpg_1200x0_crop_q85

Hanno costretto Dany a impazzire per dare un finale a una serie che non ha messo d’accordo nessuno.
Il solito Jon Snow che fa la vittima e l’odioso Tyron che mentre tutti ci rimettono il cuore e l’anima, riesce sempre a farla franca.

ODIO, ODIO, ODIO il modo in cui hanno trattato questa serie.

Mi piange il cuore per il modo in cui hanno trattato i personaggi, come li hanno sviliti, li hanno incattiviti a loro piacimento per fare quello che ritenevano più giusto.
Ma non è giusto!
Niente è giusto nell’ottava stagione.
Amo Daenerys Targaryen, è una eroina, una donna forte, la madre dei draghi, il simbolo della libertà e dei sogni che si realizzano, vi ricordate la sua storia?
Vi ricordate come inizia?
È terribile quello che deve affrontare eppure è così forte che niente la spezza.
Beh, come può nell’ultima stagione, fare quella fine?
Ma perchè?
Non ha senso.

Jon che è diventato un burattino e poi alla fine, conferma il suo essere manichino, perchè uccide Dany influenzato da Tyron, l’unico a vincere anche quando tutti perdono.
Ma tralasciando questo, su cui non voglio insistere, la cosa che più mi ha lasciato sconvolta è stato l’obbligo di Jon di entrare di nuovo nei Guardiani della notte (che tra l’altro non esistono più perchè al loro posto ci sono i Bruti.)

Ma davvero volete prenderci per i fondelli? È pur vero che non ho mai amato Jon Snow come personaggio, l’ho sempre trovato troppo banale, pieno di clichè, già visto e rivisto in migliaia di altri libri e film, ma ne ho sempre riconosciuto tre qualità fondamentali: il coraggio, la lealtà e l’umiltà.

Beh, vederlo nell’ultima puntata costretto a lasciare DI NUOVO tutto, famiglia, casa e ipotetico trono, perchè mandato in esilio, da chi, poi? Da Verme grigio che vuole ucciderlo perchè lui ha ucciso Dany, ma poi alla fine comunque non lo uccide e allora che si fa?
Si ritorna al punto di partenza. Dopo che questo povero Cristo ha fatto di tutto, combattuto contro i morti, è morto e poi è resuscitato, ha immolato se stesso a favore degli altri, qual è la sua fine? La foresta innevata, un cavallo, un cane mezzo ammaccato e i Bruti.
L’unico Targaryen ancora in vita, che fine fa?
Se ne scappa con la coda tra le gambe.
Ma andate a quel paese.
IO NON HO PAROLE.

Bran Stark, il corvo, colui che dovrebbe essere lontano da tutto e da tutti, che sale sul trono.
Ma che…?
Non ho mai visto nulla di così assurdo e inspiegabile.
Non ci sono scuse, non ci sono giustificazioni.
È un finale per gli stupidi, un finale per accontentare, un finale per chi non sa pensare da solo.

arton152413-c55e8

Chi mi ridarà indietro questi dieci anni?
Chi metterà a posto il mio cuore ormai a pezzi?
Chi mi salverà dalla delusione eterna di una delle serie più belle mai fatte?
Non c’è felicità in questo finale.
Non c’è giustizia.
Non c’è amore.
Non c’è libertà.
Persino l’ultimo drago vola via.
Lontano.
Ma purtroppo la lontananza non ricucirà le mie ferite.
Il trono di spade ha distrutto un mito.
E con lui un sogno che nessuno mi ridarà più indietro.
Mai più.
Perchè il senso di perdita è conficcato dentro.
E non so come mandarlo via.

VOTO.
Generale: 
Riflessioni: ✏️✏️
Emozioni: ❤️❤️
Suspense: 😮 😮
Azione: 👊👊👊
Consigliato: NO.

Game-of-Thrones-Il-Trono-di-Spade-8

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...