Warrior: sangue e violenza da brividi.

Warrior, (Sky Atlantic, 2019), è una serie tv basata sugli scritti di Bruce Lee e ambientata a San Francisco alla fine dell’800.

Il tema affrontato è estremamente forte e già chiaro sin dalla prima scena: l’emigrazione asiatica in America.
Infatti già dalle prime battute siamo letteralmente catapultati in una condizione non idilliaca per tutti i cinesi che decidono di sbarcare in California.

Li osserviamo scendere dalle navi, sporchi e trafelati, mentre cercano un modo per iniziare una nuova vita in un paese che ha difficoltà ad accoglierli.
Questa volta, quindi, gli emigrati non sono italiani, ma cinesi e la protagonista non è la mafia locale, ma bensì le tong, ossia le bande cinesi che lottano per dividersi il potere nel quartiere cinese di San Francisco.

warrior-2

Il protagonista è Ah Saham, un giovane cinese miracolosamente bravo a combattere che giunge in America per cercare la sorella, partita due anni prima dalla Cina che non ha fatto più avere sue notizie.

Il giovane ha un unico scopo: trovarla. Farà di tutto per non abbandonare la sorella, ma sarà travolto dagli eventi quando senza nemmeno volerlo verrà notato dal capo di una delle tong più importanti e diventerà suo esponente.

Ah Saham scopre ben presto che la sorella non ha nessuna intenzione di essere salvata e non vuole tornare nella sua terra perchè è a capo di un’altra banda molto importante.

Tutta la prima stagione di Warrior si basa sul contrasto di sentimenti, sul dovere morale e parentale, sugli scontri, la politica corrotta, la polizia violenta e la giustizia.
Sono innumerevoli le riflessioni che ne scaturiscono, c’è tanto spazio per il sesso e persino per l’amore.

warrior-1

Insomma, una serie tv che non sembra quasi una serie tv, bensì un documentario molto chiaro e dettagliato sulla vita cinese-americana di quegli anni.

Se non fosse per i combattimenti spettacolari…
Scene che mantengono alta l’attenzione dello spettatore e che soprattutto si presentano come episodi di cui è difficile prevedere l’esito.

Infatti anche Ah Saham, nonostante la sua bravura, sarà sconfitto molte volte e perderà gli affetti e il rispetto di chi lo circonda.
Dovrà toccare il fondo per rialzarsi.

Tra sangue, passione, ribellione, violenza, inganni, mercificazione e scontri di potere, Warrior è una serie molto interessante, un prodotto dalle alte potenzialità perchè esplora una dimensione poco trattata.

warriorcopertina

Complessivamente le atmosfere sono calde, a tratti inquietanti, ricche di suspense e di brividi. C’è tanto movimento e il giusto equilibrio tra emozioni, sentimenti e azione.

Con le prime puntate parte alla grande, ci sono tutti gli elementi necessari affinchè sia una grande serie di successo, per nulla banale, ma poi si perde un po’ nelle puntate successive concludendosi con un finale aperto che purtroppo riparte dal punto di partenza.

Nonostante ciò resta una serie innovativa, sorprendente e coinvolgente. Uno sprazzo di novità in un mondo televisivo che propone sempre le stesse cose, molto spesso, senza dignità.

VOTO.
Generale: ⭐⭐⭐
Azione: 👊 👊 👊👊
Riflessioni: ✏️✏️✏️
Suspense: 😮😮😮
Emozioni: ❤️❤️
Consigliato: SI.

1982

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...