Disincanto: una fiaba che fa ridere, ma non convince.

Disincanto, (2019), è la nuova serie di Matt Groening, il creatore dei Simpson, in onda su Netflix. Una serie che ha avuto un discreto successo nella prima stagione, ma che è passata quasi inosservata nella seconda.

Si basa sulla caratterizzazione di tutta una serie di personaggi molto tipici e caratteristici di contesti specifici come l’adolescente ribelle, il padre duro dal cuore tenero, un amico cattivo e uno buono, insomma tutti elementi tipici di contesti fiabeschi.

disincanto-3-52486

In effetti ci troviamo davanti un Fantasy a tutti gli effetti che però invece di intonare dei risvolti morali che ci facciano riflettere sui problemi dei nostri giorni, è improntato su questioni tipicamente fantastiche che con la nostra realtà non hanno nulla a che vedere.

Ecco perchè anche l’ironia non coglie mai gli aspetti della nostra società, ma resta sempre collegata a un mondo e a un regno al di fuori della realtà.

Disincanto va piuttosto incontro a un desiderio che forse oggi sentono poche persone: la voglia di belle storie fini a loro stesse, che funzionano perché quello che stanno raccontando è interessante e cattura l’attenzione e stimola la curiosità, ma niente di più.

Guardarlo significa essere trasportati in un altro mondo e dimenticarsi per un po’ di tempo della quotidianità.

disincanto-stagione-2-recensione_jpg_1200x0_crop_q85

Il regno di Dreamland assume i contorni di una maschera che si contorce e lotta contro se stessa, piena di dissenso e di contraddizione, contenitore di vizi (molti) e virtù (poche) assimilabili da una società allo sbaraglio, chiusa, vecchia e retrogada che non ha nulla a che vedere con la nostra. Ecco perchè se lo guardi, ti fai quattro risate, ma poi finisce lì. Dimenticato, subito.

Le battute sono numerose, alcune fine a se stesse, ma sicuramente risulta essere un prodotto divertente, anche se non ai massimi livelli.
Manca certamente quel tipo di comicità schietta e scoppiettante dei Simpson, ma chi guarda se ne fa una ragione, voglio dire.
Non tutte le ciambelle escono col buco.
E Disincanto ne è la prova.

VOTO.
Generale: ⭐⭐
Azione: 👊👊👊
Riflessioni: ✏️✏️
Emozioni: ❤️
Suspense: 😮
Consigliato: SI.

locandina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...